2005: la Rinascente cambia pelle, cresce il prestigio del marchio.

 

L’insegna viene venduta a un gruppo d’investitori costituito da Investitori Associati, Pirelli Re, Deutsche Bank e dalla Famiglia Borletti. L’intento è quello di riposizionare il marchio verso l’alto e farlo diventare la miglior vetrina del Made in Italy e dei brand internazionali.
Vittorio Radice viene nominato amministratore delegato. Vanta una lunga esperienza all’estero in grandi magazzini di prestigio e di successo, come Habitat, che sotto la sua guida vive un massiccio programma di espansione, e Selfridges, che apre 3 nuovi store e diventa il luogo simbolo dello shopping “cool”.

L’obiettivo: riposizionare il brand verso l’alto e accrescerne il valore, passando attraverso tre processi strategici di cambiamento:
· Ristrutturazione di tutti i negozi e apertura di nuovi punti vendita, nelle più importanti città italiane
· Arricchimento dell’offerta commerciale, con l’inserimento dei migliori brand di moda, design e life-style, italiani e internazionali
· Passaggio dal libero servizio all’assistenza al Cliente, totale e competente


Per realizzare veri e propri poli d’attrazione, ricchi di eventi e novità, dove lo shopping diventa un’esperienza coinvolgente e gratificante, “dalla quale il cliente esce soddisfatto, portandosi a casa un souvenir”, come sottolinea lo stesso Vittorio Radice.